Presentazione

FILOSOFARTI – Festival di filosofia

Filosofarti è un festival di filosofia e di arte che si svolge nelle città di Gallarate e Busto Arsizio. La sfida del festival è quella di permettere a tutti, dal bambino all’adulto, dall’esperto al semplice curioso, di confrontarsi con la riflessione filosofica e di farlo attraverso modalità interattive e innovative senza snaturare la complessità della teoresi. Il programma è pensato in modo da coinvolgere fasce di età e di interesse molto ampie, attraverso forme che alternano lezioni magistrali di grandi autori del settore a esperienze laboratoriali, tenendo presenti anche i bambini, secondo l’esperienza delle Philosophy for Children, e la popolazione adulta e/o anziana con l’esperienza del Caffè filosofico. A ciò si aggiungono concerti, incontri con gli autori, mostre d’arte, cineforum e rappresentazioni teatrali.

L’iniziativa, che da alcuni anni gode ormai di una riconoscibilità da parte di un pubblico cresciuto anche qualitativamente, vede gli enti organizzatori avvalersi di patrocini illustri, fra i quali spiccano la Regione Lombardia, l’ Assessorato alla Cultura dei comuni di Gallarate e di Busto Arsizio, la Provincia di Varese, il Miur nella sua espressione provinciale UST, l’Ex Irre Lombardia – Gestione Commissariale, l’Università dell’Insubria nell’ambito del progetto ‘Giovani pensatori’ e l’Università degli studi San Raffaele di Milano. Inoltre ha ottenuto il patrocinio della Città Metropolitana di Milano e, non da ultimo, l’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica. La logica progettuale sottesa fa sì che la programmazione sia davvero cogestita dalle diverse realtà emergenti nella cultura cittadina e provinciale per un prodotto coerente e dinamico. L’Università della Terza età, il MAGA, Il Sestante Fotoclub, e molte altre realtà cittadine, oltre a varie case editrici, coinvolgono così il territorio in una progettazione che porta la filosofia alla gente, senza deludere le aspettative degli specialisti.

La specificità del festival sta nel coniugare la riflessione filosofica con le arti: teatro, cinema, musica e danza, scrittura e arti figurative etc. Il festival, che propone ogni anno un tema differente, si sviluppa attraverso modalità anche originali e alternative, coniugando pertanto l’aspirazione di ciascuno alla bellezza e alla verità e proponendo una ricerca che invita a riprendersi il proprio tempo, ovvero quello meno concitato e più dilatato del pensiero e della contemplazione.